non rientra nell’ambito di applicazione della legge 242 del 2016, che qualifica come lecita unicamente l’attività di coltivazione di canapa delle varietà iscritte nel catalogo comune delle specie di piante agricole

CANNABIS LIGHT COSA SUCCEDE DOPO CASS PENALE ?

  • Fermo restando la soluzione adottata dalla Suprema Corte di Cassazione resta difficile comprendere come prima siano stati autorizzati all’apertura negozi di vendita di Cannabis Light, poi vengano dichiarati illegittimi e si provveda a molti sequestri di merci ,come sta avvenendo in molte citta’ a seguito della sentenza della Suprema Corte.

 

  • Auspico un nuovo intervento legislativo a chiarimento della vendita della cannabis light,

E’  vietata la commercializzazione al pubblico dei prodotti “derivati dalla coltivazione della cannabis sativa L” come “foglie, inflorescenze, olio, resina ottenuti dalla coltivazione” della canapa. E’ quanto emerge dalla sentenza delle sezioni unite penali della Cassazione

 

COSA E’ Ìla CANNABIS LIGHT ?

 dal 2016 è inziato il commercio di cannabis light, una variante della canapa con un limite di Thc dello 0,2%. Il tetraidrocannabinolo è uno degli oltre cento principi attivi contenuti nella pianta di canapa. È una sostanza psicotropa, responsabile del cosiddetto effetto high, in poche parole quel senso di sballo che si prova dopo aver fumato una canna. 

 

 

 

 

QUESITO POSTO ALLE SEZIONI UNITE PENALI DELLA CASSAZIONE:

 

Se le condotte diverse dalla coltivazione di canapa delle varietà di cui al catalogo indicato nell’art. 1, comma 2, della legge 2 dicembre 2016, n. 242, e, in particolare, la commercializzazione di cannabis sativa L, rientrino o meno, e se sì, in quali eventuali limiti, nell’ambito di applicabilità della predetta legge e siano, pertanto, penalmente rilevanti ai sensi di tale normativa

 

 

 

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

 

SEZIONI UNITE PENALI

 

Informazione provvisoria n. 15 del 30 maggio 2019

 

Soluzione adottata:

 

LA CORTE A SEZ UNITE HA STABILITO:

 

 

La commercializzazione di cannabis sativa e, in particolare, di foglie, inflorescenze, olio, resina, ottenuti dalla coltivazione della predetta varietà di canapa, non rientra nell’ambito di applicazione della legge 242 del 2016, che qualifica come lecita unicamente l’attività di coltivazione di canapa delle varietà iscritte nel catalogo comune delle specie di piante agricole, ai sensi dell’art. 17 della direttiva 2002/53 CE del Consiglio, del 13 giugno 2002, e che elenca tassativamente i derivati dalla predetta coltivazione che possono essere commercializzati; pertanto, integrano il reato di cui all’art. 73, commi 1 e 4, d.P.R. n. 309/1990, le condotte di cessione, di vendita e, in genere, la commercializzazione al pubblico, a qualsiasi titolo, dei prodotti derivati dalla coltivazione della cannabis sativa L, salvo che tali prodotti siano in concreto privi di efficacia drogante.

Riferimenti normativi:

legge 2 dicembre 2016, n. 242, artt. 1, 2, 3, 4; d.P.R., 9 ottobre 1990, n. 309, art. 73″.

Il Presidente

L’ AVVOCATO SERGIO ARMAROLI CASSAZIONISTA DEL FORO DI BOLOGNA DIFENDE IN PENALE PRESSO I SEGUENTI UFFICI GIUDIZIARI :

 

TRIBUNALI PENALI ITALIA

  • Valle d’Aosta: Tribunale di Aosta
  • Piemonte: Tribunale di Alessandria, Tribunale di Asti, Tribunale di Biella, Tribunale di Cuneo, Tribunale di Ivrea, Tribunale di Novara, Tribunale di Torino, Tribunale di Verbania, Tribunale di Vercelli
  • Lombardia: Tribunale di Bergamo, Tribunale di Brescia, Tribunale di Busto Arsizio, Tribunale di Como, Tribunale di Cremona, Tribunale di Lecco, Tribunale di Lodi, Tribunale di Mantova, Tribunale di Milano, Tribunale di Monza, Tribunale di Pavia, Tribunale di Sondrio, Tribunale di Varese
  • Liguria: Tribunale di Genova, Tribunale di Imperia, Tribunale della Spezia, Tribunale di Savona
  • Emilia-Romagna Tribunale di Bologna, Tribunale di Ferrara, Tribunale di Forlì, Tribunale di Modena, Tribunale di Parma, Tribunale di Piacenza, Tribunale di Ravenna, Tribunale di Reggio Emilia, Tribunale di Rimini
  • Veneto: Tribunale di Belluno, Tribunale di Padova, Tribunale di Rovigo, Tribunale di Treviso, Tribunale di Venezia, Tribunale di Verona, Tribunale di Vicenza
  • Trentino-Alto Adige: Tribunale di Bolzano, Tribunale di Rovereto, Tribunale di Trento
  • Friuli-Venezia Giulia: Tribunale di Gorizia, Tribunale di Pordenone, Tribunale di Trieste, Tribunale di Udine
  • Toscana: Tribunale di Arezzo, Tribunale di Firenze, Tribunale di Grosseto, Tribunale di Livorno, Tribunale di Lucca, Tribunale di Massa, Tribunale di Pisa, Tribunale di Pistoia, Tribunale di Prato, Tribunale di Siena
  • Umbria: Tribunale di Perugia, Tribunale di Spoleto, Tribunale di Terni,
  • Lazio: Tribunale di Cassino, Tribunale di Civitavecchia, Tribunale di Frosinone, Tribunale di Latina, Tribunale di Rieti, Tribunale di Roma, Tribunale di Tivoli, Tribunale di Velletri, Tribunale di Viterbo
  • Marche: Tribunale di Ancona, Tribunale di Ascoli Piceno, Tribunale di Fermo, Tribunale di Macerata, Tribunale di Pesaro, Tribunale di Urbino
  • Abruzzo: Tribunale di Avezzano, Tribunale di Chieti, Tribunale di Lanciano, Tribunale dell’Aquila, Tribunale di Pescara, Tribunale di Sulmona, Tribunale di Teramo, Tribunale di Vasto
  • Molise: Tribunale di Campobasso, Tribunale di Isernia, Tribunale di Larino
  • Campania: Tribunale di Avellino, Tribunale di Benevento, Tribunale di Napoli, Tribunale di Napoli Nord in Aversa, Tribunale di Nocera Inferiore, Tribunale di Nola, Tribunale di Salerno, Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Tribunale di Torre Annunziata, Tribunale di Vallo della Lucania
  • Puglia: Tribunale di Bari, Tribunale di Brindisi, Tribunale di Foggia, Tribunale di Lecce, Tribunale di Taranto, Tribunale di Trani
  • Basilicata: Tribunale di Lagonegro, Tribunale di Matera, Tribunale di Potenza
  • Calabria: Tribunale di Castrovillari, Tribunale di Catanzaro, Tribunale di Cosenza, Tribunale di Crotone, Tribunale di Lamezia Terme, Tribunale di Locri, Tribunale di Palmi, Tribunale di Paola, Tribunale di Reggio Calabria, Tribunale di Vibo Valentia
  • Sicilia: Tribunale di Agrigento, Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Tribunale di Caltagirone, Tribunale di Caltanissetta, Tribunale di Catania, Tribunale di Enna, Tribunale di Gela, Tribunale di Marsala, Tribunale di Ragusa, Tribunale di Siracusa, Tribunale di Messina, Tribunale di Patti, Tribunale di Palermo, Tribunale di Sciacca, Tribunale di Termini Imerese, Tribunale di Trapani
  • Sardegna: Tribunale di Cagliari, Tribunale di Lanusei, Tribunale di Nuoro, Tribunale di Oristano, Tribunale di Sassari, Tribunale di Tempio Pausania

CORTI ASSISE

  • delitti per i quali la legge stabilisce la pena dell’ergastolo o della reclusione non inferiore nel massimo a ventiquattro anni, esclusi i delitti, comunque aggravati, di tentato omicidio, di rapina, di estorsione e di associazioni di tipo mafioso anche straniere, e i delitti, comunque aggravati, previsti dal Decreto del presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309(cosiddetto testo unico sugli stupefacenti);
  • delitti consumati previsti dagli articoli 579 (omicidio del consenziente), 580 (istigazione o aiuto al suicidio), 584 (omicidio preterintenzionale) del codice penale;
  • delitti dolosi se dal fatto è derivata la morte di una o più persone, escluse le ipotesi previste dagli articoli 586 (morte o lesioni come conseguenza di un altro delitto), 588 (rissa) e 593 (omissione di soccorso) del codice penale;
  • delitti previsti dalle leggi di attuazione della XII disposizione finale della Costituzione (ricostituzione del partito fascista), dalla legge 9 ottobre 1967 n. 962 (genocidio) e nel titolo I del libro II del codice penale (delitti contro la personalità dello Stato), sempre che per tali delitti sia stabilita la pena della reclusione non inferiore nel massimo a dieci anni.
  • delitti consumati o tentati di cui agli articoli 416, sesto comma (associazione per delinquere aggravata), 600 (riduzione o mantenimento in schiavitù o servitù), 601 (tratta di persone), 602 (acquisto o alienazione di schiavi) del codice penale, nonché i delitti con finalità di terrorismo sempre che per tali delitti sia stabilita la pena della reclusione non inferiore nel massimo a dieci anni.

CORTI ASSISE

 

L’elenco delle corte d’assise italiane è il seguente:

  • Alessandria; corte d’assise
  • Ancona corte d’assise
  • Aosta corte d’assise
  • Arezzo corte d’assise
  • Asti corte d’assise
  • Avellino corte d’assise
  • Bari corte d’assise
  • Belluno corte d’assise
  • Benevento corte d’assise
  • Bergamo corte d’assise
  • Bologna corte d’assise
  • Bolzano corte d’assise
  • Brescia corte d’assise
  • Brindisi corte d’assise Busto Arsizio corte d’assise
  • Cagliari corte d’assise
  • Campobasso corte d’assise
  • Cassino (FR); corte d’assise
  • Catania; corte d’assise
  • Catanzaro; corte d’assise
  • Chieti; corte d’assise
  • Como; corte d’assise
  • Cosenza; corte d’assise
  • Cremona; corte d’assise
  • Cuneo; corte d’assise
  • Ferrara; corte d’assise
  • Firenze; corte d’assise
  • Foggia; corte d’assise
  • Forlì; corte d’assise
  • Frosinone; corte d’assise
  • Genova; corte d’assise
  • Grosseto; corte d’assise
  • Imperia; corte d’assise
  • Lanciano (CH); corte d’assise
  • La Spezia; corte d’assise
  • L’Aquila; corte d’assise
  • Latina; corte d’assise
  • Lecce; corte d’assise
  • Livorno; corte d’assise
  • Locri (RC); corte d’assise
  • Lucca; corte d’assise
  • Macerata; corte d’assise
  • Mantova; corte d’assise
  • Massa; corte d’assise
  • Messina; corte d’assise
  • Milano; corte d’assise
  • Modena; corte d’assise
  • Monza; corte d’assise
  • Napoli; corte d’assise
  • Novara; corte d’assise
  • Nuoro; corte d’assise
  • Padova; corte d’assise
  • Palermo; corte d’assise
  • Palmi (RC); corte d’assise
  • Parma; corte d’assise
  • Pavia; corte d’assise
  • Perugia; corte d’assise
  • Pesaro; corte d’assise
  • Piacenza; corte d’assise
  • Pisa; corte d’assise
  • Potenza; corte d’assise
  • Ravenna; corte d’assise
  • Reggio di Calabria; corte d’assise
  • Reggio nell’Emilia; corte d’assise
  • Rimini; corte d’assise
  • Roma; corte d’assise
  • Rovigo; corte d’assise
  • Salerno; corte d’assise
  • Santa Maria Capua Vetere (CE); corte d’assise
  • Sassari; corte d’assise
  • Savona; corte d’assise
  • Siena; corte d’assise
  • Siracusa; corte d’assise
  • Sondrio; corte d’assise
  • Taranto; corte d’assise
  • Teramo; corte d’assise
  • Terni; corte d’assise
  • Torino; corte d’assise
  • Trani; corte d’assise
  • Trapani; corte d’assise
  • Trento; corte d’assise
  • Treviso; corte d’assise
  • Trieste; corte d’assise
  • Udine; corte d’assise
  • Varese; corte d’assise
  • Venezia; corte d’assise
  • Verona; corte d’assise
  • Vicenza; corte d’assise
  • Viterbo; corte d’assise

 

 

  • ABRUZZO

Corte d’Appello dell’Aquila:

Il distretto della Corte d’appello dell’Aquila è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Avezzano, Chieti, L’Aquila, Pescara, Sulmona, Teramo e Vasto.

  • BASILICATA

Corte d’appello di Potenza:

Il distretto della Corte d’appello di Potenza è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Lagonegro, Matera e Potenza.

Costituisce l’unica Corte d’appello nel territorio della
regione Basilicata (comprendente anche alcuni comuni della Provincia di Salerno, ovvero della Campania).

  • CALABRIA
    Nella regione Calabria sono presenti due Corti d’appello una nella città di Reggio

Calabria e una nella città di Catanzaro.

Corte d’appello di Reggio Calabria:

Il distretto della Corte d’appello di Reggio Calabria è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Locri, Palmi e Reggio Calabria.

Corte d’appello di Catanzaro:

Il distretto della Corte d’appello di Catanzaro è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Castrovillari, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Lamezia Terme, Paola e Vibo Valentia

  • CAMPANIA
    Nel territorio della regione Campania sono presenti due corti d’appello una nella

città di Salerno e una nella città Napoli.

Corte d’appello di Salerno :

Il distretto della Corte d’appello di Salerno è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Nocera Inferiore, Salerno e Vallo della Lucania.

Corte d’appello di Napoli :

Il distretto della Corte d’appello di Napoli è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Avellino, Benevento, Napoli, Napoli Nord in Aversa, Nola, Santa Maria Capua Vetere e Torre Annunziata.

  • EMILIA-ROMAGNA

Corti d’appello Bologna:

Il distretto della Corte di Appello di Bologna comprende il territorio dei circondari dei Tribunali di Bologna, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna Reggio Emilia e Rimini

  • FRIULI-VENEZIA GIULIA

Corte d’appello di Trieste:

Corte d’appello di Trieste è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine.

  • LAZIO

Corte d’appello Roma:

Formato da 9 circondari dei Tribunali ordinari di Cassino, Civitavecchia, Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Tivoli, Velletri, Viterbo.
Costituisce l’unica Corte d’appello nel territorio della regione Lazio.

Corte d’appello di Genova:

Il distretto della Corte d’appello di Genova è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Genova, Imperia, La Spezia, Massa e Savona.
Costituisce l’unica Corte d’appello nel territorio della regione Liguria ed ha competenza anche sul circondario toscano del Tribunale di Massa.

Nella regione della Lombardia sono presenti due corti d’appello una nella città di Brescia e una nella città di Milano.

Corte di appello di Brescia:

Il distretto della Corte d’appello di Brescia è formato dai circondari dei 4 Tribunali ordinari di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova.

Corte d’appello di Milano:

Il distretto della Corte d’appello di Milano è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Busto Arsizio, Como, Lecco, Lodi, Milano, Monza, Pavia, Sondrio e Varese.

  • MARCHE

Corte d’Appello Ancona:

Il distretto della Corte d’appello di Ancona è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Ancona, Ascoli Piceno, Camerino, Fermo, Macerata, Pesaro ed Urbino.

Corte d’appello di Campobasso:

Il distretto della Corte d’appello di Campobasso è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Campobasso, Isernia e Larino.
Costituisce l’unica Corte d’appello nel territorio della regione Molise.

Corte d’appello di Torino:

Il distretto della Corte d’appello di Torino è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Alessandria, Aosta, Asti, Biella, Cuneo, Ivrea, Novara, Torino, Verbania e Vercelli
Costituisce l’unica Corte d’appello nel territorio delle regioni Piemonte e Valle d’Aosta.

  • PUGLIA
    Nella regione Puglia sono presenti due corti d’appello una nella città di Bari e una nella città di Lecce.

Corte d’appello di Bari:

Il distretto della Corte d’appello di Bari è formato dai circondari dei 3 Tribunali ordinari di Bari, Foggia lucere Trani

Corte d’appello di Lecce:

Il distretto della Corte d’appello di Lecce è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Brindisi e di Lecce; ha una Sezione distaccata di Corte d’appello a Taranto, formata dal solo circondario del Tribunale di Taranto.

Corte d’Appello di Cagliari:

Il distretto della Corte d’appello di Cagliari è formato dai circondari dei 3 Tribunali ordinari di Cagliari, Lanusei e Oristano; ha una Sezione distaccata di Corte d’appello a Sassari, formata dai circondari dei Tribunali di Nuoro, Sassari e Tempio Pausania.

Nella regione siciliana sono presenti quattro corti d’appello poste nelle città di

Caltanissetta, Palermo, Catania, Messina.

Corte d’Appello di Caltanissetta:

Il distretto della Corte d’appello di Caltanissetta è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Caltanissetta, Enna e Gela.

Corte d’appello di Palermo:

Il distretto della Corte d’appello di Palermo è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Agrigento, Marsala, Palermo, Sciacca, Termini Imerese e Trapani.

Corte d’appello di Catania:

Il distretto della Corte d’appello di Catania è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Caltagirone, Catania, Ragusa e Siracusa

Corti d’appello di Messina:

Formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Barcellona Pozzo di Gotto, Messina e Patti.

Corte di Appello di Firenze:

Il distretto della Corte d’appello di Firenze è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato e Siena. Costituisce l’unica Corte d’appello nel territorio della regione Toscana; i Comuni della Provincia di Massa e Carrara (Tribunale di Massa) fanno capo alla Corte d’appello di Genova.

Corte d’appello di Trento:

Il distretto della Corte d’appello di Trento ((DE) Oberlandesgericht Trient) è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Rovereto e Trento; ha una Sezione distaccata di Corte d’appello a Bolzano, formata dal circondario del Tribunale di Bolzano.Costituisce l’unica Corte d’appello nel territorio della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol

  • UMBRIA

Corte di Appello di Perugia:

Il distretto della Corte d’appello di Perugia è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Perugia, Spoleto e Terni.

  • VENETO

Corte d’appello di Venezia:

Il distretto della Corte d’appello di Venezia è formato dai circondari dei Tribunali ordinari di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza. Costituisce l’unica Corte d’appello nel territorio della regione Veneto

 

 

More from my site