quando una sentenza penale è definitiva, avvocato penalistaBologna

 

 

SENTENZA CASSAZIONE, DIRITTO PENALE, EFFETTO VINCOLANTE

Diapositiva1Diapositiva1

quando una sentenza penale è definitiva

quando una sentenza penale diventa definitiva

quando una sentenza civile diventa definitiva

quando una sentenza va in prescrizione

quando una pena va in prescrizione

quando una sentenza diventa esecutiva

quando una pena diventa esecutiva

quando una sentenza penale diventa esecutiva

quando una sentenza passa in giudicato

image 

La Corte spiega che “La sentenza del giudice penale che, nel dichiarare estinto per amnistia il reato, abbia altresì pronunciato condanna definitiva dell’imputato al risarcimento dei danni in favore della costituita parte civile, demandandone la liquidazione ad un successivo e separato giudizio, spiega, in sede civile, effetto vincolante in ordine all’affermata responsabilità dell’imputato che, pur prosciolto dal reato, non può più contestare la declaratoria iuris di generica condanna al risarcimento ed alle restituzioni, ma soltanto l’esistenza e l’entità in concreto di un pregiudizio risarcibile” (Cass. 29.1.

 

Testo sentenza, giudicato penale, effetto vincolanteCorte di Cassazione, sezione VI Civile – 3Sentenza 25 settembre – 6 novembre 2014, n. 23633 Presidente Finocchiaro – Relatore Vivaldi

Svolgimento del processo

A.Q. convenne, davanti al tribunale di Roma, il Gruppo Editoriale L’Espresso spa quale responsabile civile, F.P.G., quale autore dell’articolo e C.R.T. quale direttore responsabile, chiedendone la condanna al risarcimento dei danni subiti a seguito della pubblicazione dell’articolo, dai contenuti offensivi e diffamatori, apparso sul settimanale L’Espresso a firma di F.P.G., dal titolo “Nelle mani di Q.: Priebke / Processo a tre giudici”, in ordine al quale la Corte d’Appello penale di Roma aveva pronunciato sentenza di condanna, successivamente riformata dalla Corte di cassazione che aveva dichiarato l’intervenuta prescrizione del reato di diffamazione a mezzo stampa, confermando, però, il riconoscimento del diritto al risarcimento, del danno in sede civile e demandando a separato giudizio la sola quantificazione della somma risarcitoria. 
I convenuti contestarono la fondatezza della domanda. Il tribunale, con sentenza del 6.2.2008, rigettò la domanda. Ad eguale conclusione pervenne la Corte d’Appello che, con sentenza del 17.9.2013, rigettò l’appello proposto dal Q..

Quest’ultimo ha proposto ricorso principale per cassazione affidato ad un motivo.

Resistono con controricorso il Gruppo Editoriale L’Espresso spa, F.P.G. e G.C.R.T. e L.G.S. quali eredi di Claudio Rinaldi Tufi che hanno anche proposto ricorso incidentale condizionato affidato ad un motivo, al quale resiste con controricorso il Q..

Motivi della decisione

Con un motivo il ricorrente principale denuncia violazione degli artt. 578; 651 c.p.p. e 2909 c.c. (art. 360 n. 3 c.p. c.) .

Il motivo è fondato per le ragioni e nei termini che seguono. La sentenza del giudice penale che, nel dichiarare estinto per amnistia il reato, abbia altresì pronunciato condanna definitiva dell’imputato al risarcimento dei danni in favore della costituita parte civile, demandandone la liquidazione ad un successivo e separato giudizio, spiega, in sede civile, effetto vincolante in ordine all’affermata responsabilità dell’imputato che, pur prosciolto dal reato, non può più contestare la declaratoria iuris di generica condanna al risarcimento ed alle restituzioni, ma soltanto l’esistenza e l’entità in concreto di un pregiudizio risarcibile (Cass. 29.1.2913 n. 2083; Cass. 21.6.2010 n. 14921; Cass.6.11.2002 n. 15557).

 

 

 

Il principio va applicato nel caso in esame in cui gli imputati di diffamazione a mezzo stampa G. e R.T. sono stati condannati dalla Corte d’Appello in sede penale, ma la Corte di cassazione ha dichiarato non doversi procedere per essere il reato estinto per amnistia, confermando le statuizioni civili in ordine al risarcimento del danno in favore della costituita parte civile. La sentenza è ormai passata in giudicato nei confronti degli imputati di diffamazione a mezzo stampa.

E ciò perché – come già detto -, la sentenza del giudice penale, che ha pronunciato condanna definitiva dell’imputato al risarcimento dei danni in favore della costituita parte civile, demandandone la liquidazione ad un successivo e separato giudizio, spiega, in sede civile, effetto vincolante in ordine all’affermata responsabilità dell’imputato. 
La Corte di merito, quindi, ha errato nel procedere ad una nuova ed autonoma valutazione dell’an della richiesta risarcitoria che le era preclusa, dovendo limitarsi esclusivamente all’accertamento, alla valutazione ed all’eventuale liquidazione del danno risarcibile. Quel che si è detto, però, vale soltanto nei confronti degli imputati nei cui confronti l’attuale ricorrente si era costituito parte civile.

Il responsabile civile Gruppo Editoriale l’Espresso spa, invece, non è stato citato, né è intervenuto nel processo penale.

Non può, quindi, subire alcun pregiudizio giuridico dalla sentenza penale di condanna del soggetto del cui illecito egli debba rispondere in sede civile. 
Nei suoi confronti gli accertamenti di fatto compiuti dal giudice penale possono essere autonomamente valutati in sede civile (Cass. 28.9.2004 n. 19387).

Il ricorso principale è accolto per quanto di ragione.

Il ricorso incidentale condizionato, invece, è stato proposto sull’affermazione di un vizio di ultrapetizione in ordine all’accertamento della responsabilità degli appellati per l’illecito commesso a mezzo stampa.

Ma il vizio non avrebbe alcuna rilevanza in considerazione delle ragioni assorbenti che hanno condotto all’accoglimento del ricorso principale.

Il ricorso incidentale è, quindi, rigettato.

Conclusivamente, è accolto il ricorso principale per quanto di ragione; è rigettato quello l’incidentale condizionato. La sentenza è cassata in relazione e la causa rinviata alla Corte d’Appello di Roma in diversa composizione. Le spese sono rimesse al giudice del rinvio.

P.Q.M.

La Corte accoglie il ricorso principale per quanto di ragione. Rigetta l’incidentale condizionato. Cassa in relazione e rinvia, anche per le spese, alla Corte d’Appello di Roma in diversa composizione.

Ai sensi dell’art. 13 comma 1 quater del d.p.r. n. 115 del 2002, dà atto della sussistenza dei presupposti per il versamento, da parte del ricorrente incidentale condizionato, dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per il ricorso incidentale condizionato, a norma del comma 1-bis, dello stesso articolo 13.

archiviazione indagine penaleavvocato Bologna avvocato penalista avvocato penalista a Bologna avvocato penalista Bologna codice penale codice penale ingiuria codice penale lesioni gravi codice penale omicidiodifesa penale diritto penale fasi indagine penale imputazioneindagine penale durata indagine per reato penale indagini penale interrogatorio avviso conclusione indagini penali segretezza penalista esperto difensa penale reati graviavvocati penalisti Bolognaavvocati penalisti bolognaavvocato penalista esperto difesna penale vicenzaavvocato penalista studio legale diritto penale Bolognareato reato abituale reato ambientale reato appropriazione indebita reato associativo reato bigamia reato bancarotta fraudolenta prescrizionereato banconote false reato denuncia reato estinto casellario giudiziale reato estorsione reato falso ideologicoreato falso in bilancioreato favoreggiamento immigrazione clandestina reato guida senza patente reato furto reato guida in stato di ebbrezza reato informatico reato ingiuria reato lesioni reato maltrattamenti in famiglia reato minaccia reato molestie sessuali reato omicidio stradale reato penale reato penale reato querela reato tentata truffa reato violenza privata prescrizionereato xenofobia rinvio a giudizioAvvocati penalisti di Bolognapenalistiavvocato penalista in Bolognaavvocato penalista Bologna

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Avvocato Sergio Armaroli

Avvocato Cassazionista Sergio Armaroli

L'avvocato Sergio Armaroli ha fondato lo studio legale Armaroli a Bologna nel 1997.

Da allora ha assistito centinaia di clienti in ambito civile e penale, in tutti i gradi di giudizio, sempre con l'attenzione e l'impegno che lo contraddistinguono, conseguendo numerosi successi e soddisfazioni.

L'avvocato Armaroli riceve tutti i giorni nel suo studio dalle ore 9:00 alle ore 19:00 in via Solferino 30.

Dicono di me i clienti

Salve a tutti, mi sono trovato di recente a dover affrontare diverse problematiche relative al mondo del lavoro. Fortunatamente ho incontrato l’ Avv. Sergio Armaroli il quale ha saputo guidarmi nelle varie situazioni con grande calma e professionalità. La pratica è stata risolta in poco tempo e con soddisfazione di tutti. From Avvocato Penalista Bologna, […]- Utente Google
Cordialità e ottima accoglienza…Esprimo la mia totale soddisfazione nel servizio reso con professionalità,   esaudiente conoscenza del diritto e della legge in tutte le sue interpretazioni. Velata la sincerità e la schiettezza nelle probabili risoluzioni dei problemi di avversità penale . Determinazione e concretezza sono cornice della sua impeccabile figura  .Ringrazio l’avvocato Sergio Armaroli e consiglio vivamente […]- Federico : ringrazio l’avvocato Sergio Armaroli
Inconditi ne placute de viata am cunoscut av. SERGIO ARMAROLI o persoana minunata cu un caracter forte si determinat, pregatit profesional la un inalt nivel. Cu profesionalitatea sa m-a ajutat sa trec cu bine de probleme financiare cu banci in italia,de aceea il recomand la toate persoanele de origine romina care au probleme judiciare de […]- Utente Google
In un momento della mia vita mi sono trovata in difficoltà ma per fortuna ho conosciuto l’avvocato SERGIO ARMAROLI, il quale ha risolto i miei problemi dimostrando grande capacità e preparazione e grande senso di umanità e gentilezza. per questo raccomando a tutti i quali abbiano problemi di rivolgersi con fiducia all’avvocato SERGIO ARMAROLI Grazie […]- Elena
Buongiorno avv., Mi sono rivolta a Lei xke’ ho alcune cose da sistemare in merito alla mia separazione. Dal colloquio ke abbiamo avuto posso dire di essere stata molto soddisfatta grazie alla sua competenza e disponibilita’ nel venire a capo alle grosse problematiche ke questa situazione crea. From Avvocato Penalista Bologna, post Sabrina Post Footer […]- Sabrina

Categorie