afotopenale1

SPACCIO EX ART 73 LEGGE 309/90 .sentenza costituzionale n, 32 del 2014 che ha caducato la normativa del 2006, ripristinando quella originaria di otto anni di’ reclusione.

 

SPACCIO EX ART 73 LEGGE 309/90 .sentenza costituzionale n, 32 del 2014 che ha caducato la normativa del 2006, ripristinando quella originaria di otto anni di’ reclusione.

PATTEGGIAMENTO BOLOGNA AVVOCATO,

BANCAROTTA FRAUDOLENTA MILANO PAVIA BERGAMO BRESCIA MONZA

BANCAROTTA FRAUDOLENTA MILANO PAVIA BERGAMO BRESCIA MONZA

LA CASSAZIONE ANNULLA SU RICORSO PROCURATORE GENERALE UN PATTEGGIAMENTO CHE NON HA TENUTO CONTO DELLA SENTENZA costituzionale n, 32 del 2014

l’articolo 4 bis aveva riscritto il Decreto del Presidente della Repubblica n. 309 del 1990, articolo 73, eliminando la distinzione sul piano sanzionatorio, prevista dalla disciplina previgente, tra le sostanze stupefacenti incluse in differenti tabelle; ed introducendo un trattamento punitivo unitario che si e’ risolto nella diminuzione delle sanzioni previste per le cosiddette droghe “pesanti” e nell’incremento di quelle previste per le cosiddette droghe “leggere”. La caducazione della norma in questione comporta che, come espressamente enunciato dalla Corte costituzionale, tornano a ricevere applicazione il Decreto del Presidente della Repubblica n. 309 del 1990, articolo 73 e le relative tabelle, in quanto mai validamente abrogati, nella formulazione precedente le modifiche apportate con le disposizioni caducate.
La conseguenza e’, per quel che qui interessa, che dalla data di pubblicazione della detta sentenza costituzionale rivive il piu’ severo apparato sanzionatorio precedentemente previsto per la cocaina (reclusione da 8 a 20 anni e multa da 25.882 a 258.228 Euro).

ap6CORTE DI CASSAZIONE – SEZ. 4 PENALE – SENTENZA N. 40094 DEL 5.10.2015

“MOTIVI DELLA DECISIONE
1. Il Tribunale di Milano ha applicato la pena ex articolo 444 c.p.p., nei confronti degli imputati in epigrafe in ordine al reato di cui al Decreto del Presidente della Repubblica n. 309 del 1990, articolo 73 afferente a 702 grammi di cocaina, commesso il (OMISSIS).
2. Ricorre per cassazione il Procuratore generale. La pena e’ illegale, essendo stata determinata in sei anni di reclusione e 27,00 euro di multa sebbene il fatto sia successivo alla sentenza costituzionale n, 32 del 2014 che ha caducato la normativa del 2006, ripristinando quella originaria di otto anni di’ reclusione.
3. Il ricorso e’ fondato. La sentenza impugnata ha in effetti determinato la pena base nella misura di 6 anni di reclusione e 27.000 euro di multa, che e’ illegale. Come dedotto dal ricorrente, il fatto e’ del (OMISSIS) e quindi successivo alla richiamata sentenza costituzionale, emessa l’11 febbraio 2014 e pubblicata il successivo 5 marzo, che ha dichiarato l’illegittimita’ costituzionale del Decreto Legge 30 dicembre 2005, n. 272, articoli 4 bis e 4 vicier convertito, con modificazioni, dalla Legge 21 febbraio 2006, n. 49, articolo 1, comma 1.
In estrema sintesi, la Corte ha ritenuto che le norme impugnate, introdotte in sede di conversione del decreto legge, difettino manifestamente di ogni connessione logico-funzionale con le originarie disposizioni del decreto legge, e debbano per tale assorbente ragione ritenersi adottate in carenza dei presupposti per il legittimo esercizio del potere legislativo di conversione ai sensi dell’articolo 77 Cost., comma 2.
Rileva, in particolare, che l’articolo 4 bis aveva riscritto il Decreto del Presidente della Repubblica n. 309 del 1990, articolo 73, eliminando la distinzione sul piano sanzionatorio, prevista dalla disciplina previgente, tra le sostanze stupefacenti incluse in differenti tabelle; ed introducendo un trattamento punitivo unitario che si e’ risolto nella diminuzione delle sanzioni previste per le cosiddette droghe “pesanti” e nell’incremento di quelle previste per le cosiddette droghe “leggere”. La caducazione della norma in questione comporta che, come espressamente enunciato dalla Corte costituzionale, tornano a ricevere applicazione il Decreto del Presidente della Repubblica n. 309 del 1990, articolo 73 e le relative tabelle, in quanto mai validamente abrogati, nella formulazione precedente le modifiche apportate con le disposizioni caducate.
La conseguenza e’, per quel che qui interessa, che dalla data di pubblicazione della detta sentenza costituzionale rivive il piu’ severo apparato sanzionatorio precedentemente previsto per la cocaina (reclusione da 8 a 20 anni e multa da 25.882 a 258.228 Euro).
Dunque, conclusivamente, la pena e’ illegale e la sentenza va quindi annullata senza rinvio.

P.Q.M.

ap1Annulla senza rinvio la sentenza impugnata e dispone trasmettersi gli atti al Tribunale di Milano per l’ulteriore corso.”

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Avvocato Sergio Armaroli

Avvocato Cassazionista Sergio Armaroli

L'avvocato Sergio Armaroli ha fondato lo studio legale Armaroli a Bologna nel 1997.

Da allora ha assistito centinaia di clienti in ambito civile e penale, in tutti i gradi di giudizio, sempre con l'attenzione e l'impegno che lo contraddistinguono, conseguendo numerosi successi e soddisfazioni.

L'avvocato Armaroli riceve tutti i giorni nel suo studio dalle ore 9:00 alle ore 19:00 in via Solferino 30.

Dicono di me i clienti

Salve a tutti, mi sono trovato di recente a dover affrontare diverse problematiche relative al mondo del lavoro. Fortunatamente ho incontrato l’ Avv. Sergio Armaroli il quale ha saputo guidarmi nelle varie situazioni con grande calma e professionalità. La pratica è stata risolta in poco tempo e con soddisfazione di tutti. From Avvocato Penalista Bologna, […]- Utente Google
Cordialità e ottima accoglienza…Esprimo la mia totale soddisfazione nel servizio reso con professionalità,   esaudiente conoscenza del diritto e della legge in tutte le sue interpretazioni. Velata la sincerità e la schiettezza nelle probabili risoluzioni dei problemi di avversità penale . Determinazione e concretezza sono cornice della sua impeccabile figura  .Ringrazio l’avvocato Sergio Armaroli e consiglio vivamente […]- Federico : ringrazio l’avvocato Sergio Armaroli
Inconditi ne placute de viata am cunoscut av. SERGIO ARMAROLI o persoana minunata cu un caracter forte si determinat, pregatit profesional la un inalt nivel. Cu profesionalitatea sa m-a ajutat sa trec cu bine de probleme financiare cu banci in italia,de aceea il recomand la toate persoanele de origine romina care au probleme judiciare de […]- Utente Google
In un momento della mia vita mi sono trovata in difficoltà ma per fortuna ho conosciuto l’avvocato SERGIO ARMAROLI, il quale ha risolto i miei problemi dimostrando grande capacità e preparazione e grande senso di umanità e gentilezza. per questo raccomando a tutti i quali abbiano problemi di rivolgersi con fiducia all’avvocato SERGIO ARMAROLI Grazie […]- Elena
Buongiorno avv., Mi sono rivolta a Lei xke’ ho alcune cose da sistemare in merito alla mia separazione. Dal colloquio ke abbiamo avuto posso dire di essere stata molto soddisfatta grazie alla sua competenza e disponibilita’ nel venire a capo alle grosse problematiche ke questa situazione crea. From Avvocato Penalista Bologna, post Sabrina Post Footer […]- Sabrina

Categorie