Tributi – Contrabbando di tabacchi lavorati esteri

  1. L’obbligazione doganale sorge all’atto della sottrazione della merce al controllo doganale.
  2. I debitori sono:

– la persona che ha sottratto la merce al controllo doganale,

– le persone che hanno partecipato a tale sottrazione sapendo o dovendo, secondo ragione, sapere che si trattava di una sottrazione di merce al controllo doganale»;consuelnz alegale manette computer 1 - Tributi – Contrabbando di tabacchi lavorati esteri

ne deriva, dunque, che la mera circostanza che, per un determinato periodo di tempo, il contribuente fosse in stato di detenzione non è idonea, di per se sola, né quindi decisiva, ad incidere sulla sua partecipazione al reato di contrabbando, in ispecie ove questo, come nella vicenda in giudizio, sia costituito da una complessa attività con attribuzione di un ruolo organizzativo;

 

 

 

 AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA

RAVENNA FORLI CESENA  TREVISO VICENZA

VENEZIA MILANO PAVIA CON STUDIO UNICO

A BOLOGNA 051 6447838

AVVOCATO ESPERTO CYBERSTALKING 1024x576 - Tributi – Contrabbando di tabacchi lavorati esteri

– il terzo motivo denuncia “nullità della sentenza per violazione dell’art. 360 punto 5 c.p.c., dell’art. 7 della legge 27.7.2000 n. 212 e dell’art. 3 della legge 7.8.1990 n. 241, per omessa motivazione su fatti decisivi per il giudizio”;bancarotta fraudolenta  - Tributi – Contrabbando di tabacchi lavorati esteri

– il contribuente, peraltro, nell’articolazione del motivo e nel momento di sintesi formulato, lamenta l’omessa pronuncia in ordine “ad eccezioni domande, quesiti e questioni” “riguardanti la carenza di motivazione degli avvisi, la mancata indicazione delle aliquote e l’omessa produzione di documenti”

 

 AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA

RAVENNA FORLI CESENA  TREVISO VICENZA

VENEZIA MILANO PAVIA CON STUDIO UNICO

A BOLOGNA 051 6447838

– il motivo è inammissibile presentando i medesimi vizi sopra rilevati, con evidente violazione del principio di chiarezza che presiede alla formulazione dei motivi di ricorso per cassazione, oltre che carente in punto di autosufficienza, essendosi la parte limitata a riprodurre alcuni frammenti delle proprie deduzioni in appello e non anche le specifiche domande ed eccezioni formulate, né, comunque, gli avvisi oggetto di contestazione;

– occorre del resto sottolineare che il vizio in questione non concerne la mancata considerazione di ogni argomentazione dedotta dalla parte ma la mancata pronuncia su una specifica domanda od eccezione, dovendo ritenersi per implicito disattesi tutti gli argomenti, le tesi e i rilievi che, seppure non espressamente esaminati, siano incompatibili con la soluzione adottata e con il percorso argomentativo seguito (Cass. n. 25509 del 02/12/2014);

 

SPACCIO DROGHE  1024x576 - Tributi – Contrabbando di tabacchi lavorati esteri

SPACCIO STUPEFACENTI CORTE COSTITUZIONALE ART 73 LIMITE MINIMO 8 ANNI ANTICOSTITUZIONALE

More from my site

Call Now ButtonChiama adesso