la bancarotta non è ‘sanata’ dal comportamento postumo dei soggetti beneficiari della distrazione, trattandosi di comportamento rimesso al loro sostanziale arbitrio. Rilevante è, sotto questo aspetto, la natura di reato di pericolo concreto riconosciuto dalla giurisprudenza alla bancarotta per distrazione, la quale comporta che ogni condotta idonea – concretamente – a pregiudicare la garanzia dei creditori rientra nel fuoco della norma (in questo senso, ex multis, Cass., n. 40982 del 15/5/2014).

   bancarotta fraudolenta    la bancarotta non è ‘sanata’ dal comportamento postumo dei soggetti beneficiari della distrazione, trattandosi di comportamento rimesso al loro sostanziale arbitrio. Rilevante è, sotto questo aspetto, la natura di...
Call Now ButtonChiama adesso
error: Content is protected !!