PENALE REATI EDILIZI PROCESSI

Attività di lavorazione pelli

REATI AMBIENTE Cassazione Penale, Sez. 3, 19 maggio 2022, n. 19666

REATI AMBIENTE Cassazione Penale, Sez. 3, 19 maggio 2022, n. 19666 – reato di cui agli artt. 110 cod. pen. 256, comma 1, lett. a), d.lgs. n. 152 del 2006, perché, in concorso tra loro, esercitavano, in mancanza della prescritta autorizzazione, iscrizione o comunicazione, un’attività di gestione di rifiuti, effettuando, mediante l’utilizzo di un autocarro, il […]

REATI AMBIENTE Cassazione Penale, Sez. 3, 19 maggio 2022, n. 19666 Leggi tutto »

TRUFFE PORTALI INVESTIMENTI ONLINE FREGATURE  PERDONO 2 MILIONI

RICETTAZIONE REATO BOLOGNA AVVOCATO PENALISTA DIFENDE   Il reato di ricettazione in Italia

RICETTAZIONE REATO BOLOGNA AVVOCATO PENALISTA DIFENDE fatto Avere l’imputato cedere la carta ad un soggetto di sesso femminile ovvero alterarla in modo da usarla personalmente, muove dal presupposto della necessaria perseguibilità di un profitto economico ai fini dell’integrazione del reato di ricettazione, ponendosi pertanto in evidente contrasto con il principio di diritto affermato da questa

RICETTAZIONE REATO BOLOGNA AVVOCATO PENALISTA DIFENDE   Il reato di ricettazione in Italia Leggi tutto »

CIRCOSTANZE ATTENUANTI CODICE PENALE ART 62 CP|PROCESSO PENALE AVVOCATO|PENALISTA ESPERTO

CIRCOSTANZE ATTENUANTI CODICE PENALE ART 62 CP|PROCESSO PENALE AVVOCATO|PENALISTA ESPERTO Non è configurabile la circostanza attenuante della provocazione, di cui all’art. 62, n. 2, cod. pen., nel caso in cui la condotta criminosa venga posta in essere quale reazione a un fatto ingiusto erroneamente attribuito alla vittima, atteso che, in tal caso, trova applicazione la

CIRCOSTANZE ATTENUANTI CODICE PENALE ART 62 CP|PROCESSO PENALE AVVOCATO|PENALISTA ESPERTO Leggi tutto »

DISCARICHE ABUSIVE ,RIFIUTI, PENALE

DISCARICHE ABUSIVE ,RIFIUTI, PENALE L’art. 256, comma 3, d.lgs. 152/2006 introduce, in materia di gestione dei rifiuti, una fattispecie di reato volta a punire chiunque realizza o gestisce una discarica abusiva. L’ultimo periodo della citata disposizione aggiunge che «Alla sentenza di condanna o alla sentenza emessa ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, consegue la confisca dell’area sulla

DISCARICHE ABUSIVE ,RIFIUTI, PENALE Leggi tutto »

Edilizia  Zone sismiche BOLOGNA TREVISO BERGAMO VARESE MONZA  

Edilizia – Zone sismiche BOLOGNA TREVISO BERGAMO VARESE MONZA  – Reato di cui all’art. 95 d.p.r. n. 380 del 2001 – Soggetti attivi – Proprietario committente dei lavori – Responsabilità omissiva – Presupposti. Corte di Cassazione|Sezione 3|Penale|Sentenza|1 ottobre 2018| n. 43178 Il reato di cui all’art. 95 del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, può essere commesso da chiunque violi o concorra a

Edilizia  Zone sismiche BOLOGNA TREVISO BERGAMO VARESE MONZA   Leggi tutto »

Determinazione della pena ex art. 78 cp – Determinazione dell’ergastolo e della reclusione in un unico cumulo – Inammissibile – Rinvio AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA VICENZA RIMINI RAVENNA mIlano Corte di Cassazione|Sezione UNITE Penale|Sentenza|24 gennaio 2018| n. 3391

Determinazione della pena ex art. 78 cp – Determinazione dell’ergastolo e della reclusione in un unico cumulo – Inammissibile – Rinvio AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA VICENZA RIMINI RAVENNA milano Corte di Cassazione|Sezione UNITE Penale|Sentenza|24 gennaio 2018| n. 3391 Data udienza 26 ottobre 2017   REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONI UNITE

Determinazione della pena ex art. 78 cp – Determinazione dell’ergastolo e della reclusione in un unico cumulo – Inammissibile – Rinvio AVVOCATO PENALISTA BOLOGNA VICENZA RIMINI RAVENNA mIlano Corte di Cassazione|Sezione UNITE Penale|Sentenza|24 gennaio 2018| n. 3391 Leggi tutto »

DIRITTO PENALE AMBIENTALE Autorizzazione agli scarichi di acque reflue ed industriali RAVENNA MILANO BOLOGNA  Rifiuti – Reati ambientali – Nozione di rifiuto – Gestione non autorizzata e rilevanza della condotta assolutamente occasionale – Artt. 183 e 256 d.lgs. n. 152/2006 – Giurisprudenza Corte di Cassazione|Sezione 3|Penale|Sentenza|13 luglio 2018| n. 32180 Reati ambientali – Acqua – Inquinamento idrico – Autorizzazione agli scarichi di acque reflue ed industriali – Soggetti tenuti al controllo – Sanzioni amministrative e sanzioni penali – Artt. 128, 133, 137 D.Lgs. 152/2006.

DIRITTO PENALE AMBIENTALE VICENZA RAVENNA MILANO BOLOGNA  Rifiuti – Reati ambientali – Nozione di rifiuto – Gestione non autorizzata e rilevanza della condotta assolutamente occasionale – Artt. 183 e 256 d.lgs. n. 152/2006 – Giurisprudenza Corte di Cassazione|Sezione 3|Penale|Sentenza|13 luglio 2018| n. 32180 Reati ambientali – Acqua – Inquinamento idrico – Autorizzazione agli scarichi di acque reflue ed industriali – Soggetti

DIRITTO PENALE AMBIENTALE Autorizzazione agli scarichi di acque reflue ed industriali RAVENNA MILANO BOLOGNA  Rifiuti – Reati ambientali – Nozione di rifiuto – Gestione non autorizzata e rilevanza della condotta assolutamente occasionale – Artt. 183 e 256 d.lgs. n. 152/2006 – Giurisprudenza Corte di Cassazione|Sezione 3|Penale|Sentenza|13 luglio 2018| n. 32180 Reati ambientali – Acqua – Inquinamento idrico – Autorizzazione agli scarichi di acque reflue ed industriali – Soggetti tenuti al controllo – Sanzioni amministrative e sanzioni penali – Artt. 128, 133, 137 D.Lgs. 152/2006. Leggi tutto »